Serrada (km 20 da Rovereto, km 32 da Trento) è una località con una lunga tradizione turistica, attestata già allo scadere dell’Ottocento e rivolta sia al soggiorno estivo, così come agli sport invernali. Serradino di adozione è il pittore futurista Fortunato Depero (Fondo, 1892 – Rovereto, 1960): in suo onore ogni anno dal 2009 si organizza la manifestazione principale del paese intitolata “Serrada Futurista”. Serrada rappresentò per Depero fonte di ispirazione e soggetto per molte sue opere: si ricordino per esempio il quadro Pietre alpestri e Serrada, prospettiva luminosa, del 1935 circa, così come la tarsia Serrada del 1922. Il paese ritorna in una descrizione a effetto dell’artista, risalente al 1920, densa di riferimenti alla poetica futurista, con un cenno particolare al mondo dello sci:

Fortunato Depero, Sciatori, Sala del Coniglio Provinciale di Trento, 1953-1956.
Fortunato Depero, Sciatori, Sala del Coniglio Provinciale di Trento, 1953-1956.

“Lo sciatore affascina: distende le braccia per impugnare le ali al vento. Con le lame degli sci ai piedi taglia lo spazio con rasoiate parallele. Il suo binario aereo, diritto, curvilineo e a zig zag è perfetto. Il bolide umano scende fra stupendi pennacchi di neve, fra soffi di polvere luminosa, reggendo i volantini equilibratori. Scende un angelo del firmamento sicuro nello spazio e nella luce che lo aureola, raggiante in questo autentico prisma di poesia.”. 

SERRADA OGGI...

Sfoglia le fotografie di Serrada

SERRADA FUTURISTA...

Scopri di più sull'evento!